Qunado si parla di allevamenti i topi sono un problema davvero serio dal punto sanitario e veterinario perché possono causare danni alle razioni alimentari e algli impianti dell’azienda.
I ratti possono infatti tramite contaminazione con feci , peli , o direttamente tramite morso portare malattie gravi sia al bestiame che al personale addetto.
La contaminazione può avvenire attraverso la razione alimentare, l’acqua, il fango, la polvere o anche attraverso i parassiti di cui i topi sono portatori come zecche e pulci causando malattie del calibro della capillariosi e toxicariasi.
Sono oltre trenta le malattie che i roditori possono veicolare oltre a quelle già riportate ed oltre al rischio sanitario le incombenze sono date dalla sottrazione del cibo destinato agli animali poichè le infezioni causate da feci e urina dei topi possono inquinare una quantità di mangime circa dieci volte maggiore rispetto a quella che possono ingerire.
I danni a carico dei materiali inoltre sono particolarmente importanti come plastica, legno e addirittura metalli teneri.
Il proliferare dei topi è facilitato dalle srutture più datate ed è quindi necessario se si deve quantomento gestire una soglia di infestazione accettabile, gestire un piano di derattizzazione integrata secondo dei determinati criteri.
La derattizzazione deve essere affidata a ditte specializzate e lo stesso allevatore può facilitare il processo attraverso un’adeguata formazione basata sull’alta sorveglianza che si concretizzerà in periodiche ispezioni dei punti critici cioè delle aree che possono essere utizlizzate dai topi come rifugio.
Oltre l’avvistamento diretto quindi vanno cercati anche segni di presenza come escrementi, fessure, crepe in soffitte o in vecchi accumoli di letame. L’occhio deve essere attento e con il tempo allenato a individuare li dove sono le zone critiche i vari segnali.

La lotta si avvaleva di esche tossiche e di scatole di adescamento. L’impiego di rodenticidi era pratica assai comune vista la facilità della reperibilità di esso sul mercato e spesso venivano ovviati dei problemi che diventavano più grandi dell’infestazione stessa come l’avvelenamento del bestiame e non ultimo degli animali domestici che vi giravano intorno.
La revisione della normativa a livello europeo a portato quindi a un drastico restringimento sull’impiego del rodenticida.
ManiPulite con la sua esperienza ultradecennale propone il sistema ekomille.

Ekomille è un apparecchio elettromeccanico che permette la cattura continua ed efficace di tutte le specie di roditori infestanti. E’ il frutto di molte sperimentazioni che addirittura sono iniziate negli anni 90 ma sono state approvate solamente una diecina di anni fà
Le sue caratteristiche assicurano igiene, sicurezza ed ecologia a discapito della derattizzazione eseguita con i metodi tradizionali che comportava elevati rischi di nocività per l’uomo, a causa delle sostanze velenose impiegate nelle esche. Non è assolutamente pericoloso e garantisce la massima igiene poichè le caracasse non vengono disperse nell’ambientema trattenute al suo internoper essere gestite in base alla normativa vigente.
Questa fa si che Ekomille sia la soluzione giusta per eseguire derattizzazioni in tutte le inustrie agroalimentari e in tutti gli allevamenti. Dopo un sopralluogo, un’analisi del sito e dello stato dell’infestazione il nostro personale tecnico specializzato proporrà la soluzione migliore.

Derattizzazione Allevamenti